Liggykk’s Weblog

"La felicità è un cucciolo caldo"

Storie a scuola… ottobre 16, 2008

Filed under: testi — liggykk @ 18:31

Ciao!!!Sono tornata!!!Oggi volevo pubblicare un testo che la nosra prof. ci ha proposto di scrivere…+ precisamente ci ha detto di continuare una storia letta in classe, tra cui “La lepre e la tartaruga”…io ho deciso di continuare proprio quella…
Questo è l’inizio che di sicuro tutti conoscerete:

La lepre e la tartaruga

Godiamoci ora una gara di corsa che oppone un atleta longilineo e superveloce a un pesante rivale dal passo prudente. Come in ogni sfida sportiva che si rispetti non vengono solo messe a confronto le qualità fisiche, ma anche il diverso carattere e le strategie dei contendenti.

La lepre si prendeva sempre gioco per la tartaruga.
-Come sei lenta! Come sei lenta! Guarda me: con un solo balzo vado più lontano di te in dieci passi!-
E non si stancava mai di ripeterglielo.
Un giorno la tartaruga disse alla lepre:
-Non sempre il più veloce arriva primo.-
-Come?-disse ridendo la lepre.-Vuoi fordìse dire che se facessimo una gara arriveresti prima tu?-
-Voglio dire soltanto quello che ho detto- replicò la tartaruga.
-Facciamo una gara e vediamo che succede.-
E così partirono. In un baleno la lepre era già lontana. Ma si fermò dicendo fra sè: “Che gusto può esserci a vincere tanto alla svelta? Voglio fermarmi e aspettare la tartaruga. Così mi godrò di più la vittoria”.La lepre sedette sotto un cespuglio e attese la tartaruga. Passò un mucchio di tempo. Alla fine, presa dal sonno, la lepre chiuse gli occhi e si addormentò. Mentre dormiva, la tartaruga arrivò. Vedendo la lepre, rallentò il passo per non svegliarla e proseguì per la sua strada. Dopo un poco, il vento fece frusciare le foglie e la lepre si svegliò. Si ricordò della gara, si alzò e prese a correre a perdifiato verso il traguardo. Ma la tartaruga arrivò per prima.
-Tu sei molto più lesta di me- disse la tartaruga alla lepre -ma come vedi, vince la gara chi è più costante-.

Esopo, L’Esopo moderno, a cura di P. Pancrazi, Vallecchi.

Questo invece è il finale inventato da me:

La lepre stava di nuovo prendendo in giro la tartaruga:
-Sei lentissima, anche più di un bradipo!-
-Mi pare però che sia stata io a vincere la gara!-
-E’ stata solo fotuna! Se io non avessi avuto il sonno pesante allora…-
-Dormivi solo perchè, andando molto veloce, ti sei stancata.-
-Voglio la rivincita! Per dimostrarti che la migliore qua sono io!-
Stesso luogo, stesso percorso. La lepre e la tartaruga sono alla partenza e…
VIA!!!
La lepre parte sempre velocissima e la tartaruga, invece, parte sempre molto piano.
La lepre è quasi alla fine del percorso quando prende a a rallentare:
-Che fatica! Adesso mi riposo un po’ all’omra di questo albero, però questa volta non mi addormenterò!-
Poco dopo la lepre cadde nel sonno e anche quella volta vinse la tartaruga. Questo si ripetè molte volte fino a quando un giorno la tartaruga disse alla lepre:
-Lepre, se vuoi vincere, cerca di andare più piano.-
-Stupidaggini!Sei solo fortunata!-
La situazione si ripete molte altre volte fino ad un giorno, quando la lepre pensò al consiglio datogli dalla tartaruga. E così, ad un’altra gara, la lepre seguì il suo consiglio e vinse.
Allora disse alla tartaruga:
-Grazie! Senza di te non ce l’avrei mai fatta, ed hai proprio ragione:
andare piano è molto meglio di andare veloce!-

Vi piace???Adesso vi vorrei proporre un’altra favola sempre scritta da me a scuola:

Il leone, la volpe e il cervo

Il leone giace gravemente ammalato nella sua caverna e non può muoversi. Un giorno una volpe gentile ma anche astuta aiuta il leone; lo nutre, lo lava e gli tiene compagnia tutto il giorno. Un giorno la volpe andò a cacciare ma si fece male ad una zampa e dovette rientrare nella caverna senza cibo. Qualche tempo dopo videro un cervo passare un cervo davanti alla caverna, allora la volpe furba disse:
-Cervo, tutti nel bosco sanno che non hai un rifugio ma hai cibo in abbondanza. Perchè non ce ne dai un po’? Noi in cambio ti daremo un posto caldo dove potrai rifugiarti.-
-Neanche per sogno! Non ho bisogno di un rifugio!-
-E quando piove?-
-La mia pelliccia è molto forte.-
-E quando sei in pericolo?-
-Sono molto veloce, riesco a scappare senza problemi.-
-Allora, se ti credi tanto in gamba, vai via.-
Qualche tempo dopo si scoprì che le predizioni del cervo fossero sbagliate: i cacciatori lo presero e lo uccisero. Nel frattempo il leone e la volpe guarirono e andarono a rubare il mangiare del cervo.

UFF…finalmente..UFF…ho finito!!!E ancora UFF!!!
Comunque scrivete cosa ne pensate tra i commenti!!!Perchè nn avete ancora scritto il vostro sito nell’articolo “£!NkO TUtT!”???Forza!!!
Ciao!!!!

–oO.Liggykk.Oo–

 

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...